BUON NATALE 2015

IL SISTEMA TERRITORIALE PAVESE PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE AUGURA A TUTTI UN SERENO BUON NATALE 2015

 

buon-natale-lingue-mondo

Donne e partecipazione politica in Africa

Vi invitiamo a prendere parte al laboratorio “Donne e Partecipazione politica in Africa”, che si svolgerà GIOVEDÌ 19 NOVEMBRE DALLE 14.30 ALLE 17.00 in Aula Grande presso il DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI
Il laboratorio si inserisce all’interno del progetto “Protagonismo femminile nello sviluppo in Africa” realizzato con il sostegno finanziario dell’Unione Europea e dei fondi otto per mille della Chiesa Valdese nell’ambito del progetto Europeo « Les OMD pour les OMD », Les Organisations de Migrants pour le Développement pour l’atteinte des Objectifs du Millénaire pour le Développement.

12240485_873650839418365_967774162566164129_o

Sviluppo Economico Locale: Terzo Forum Mondiale a Torino

Il Terzo Forum Mondiale sullo Sviluppo Economico Locale avrà luogo a Torino dal 13 al 16 Ottobre 2015. L’evento è organizzato dalla Città di Torino, dalla Città Metropolitana di Torino, dall’Unione delle Città e dei Governi Locali (UCLG – United Cities and Local Governments), dal Comitato sullo Sviluppo Economico Locale, dal Fondo Andaluso delle Municipalità per la Solidarietà Internazionale (FAMSI – Fondo Andaluz de Municipios para la Solidaridad Internacional), dall’Organizzazione delle Regioni Unite (ORU FOGAR – Organizations of Regions United), dal Servizio Brasiliano di Supporto per le Piccole e Micro Imprese (SEBRAE – Brazilian Service of Support for Micro and Small Enterprises), dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO – International Labour Organization) e dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP – United Nations Development Programme).

Il 2015 è l’anno che rappresenta il traguardo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio nonchè l’anno di avvio dell’Agenda dello sviluppo ONU post 2015. In tale contesto il Forum vuole promuovere lo Sviluppo Economico Locale (LED – Local Economic Development) come mezzo per implementare la futura agenda globale e favorire la condivisione delle buone pratiche di politiche di governance locale nel mondo per uno sviluppo sociale, ambientale e economico sostenibile.
Il Forum di Torino porrà l’accento sull’importanza delle politiche territoriali in grado di creare una migliore interazione tra il settore pubblico, la società civile e il settore privato come risposta alla crisi economica globale.

Il congresso si svolge in concomitanza con la fase conclusiva di “Expo Milano 2015 – Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” e, in sinergia con i temi chiave dell’Esposizione Universale, pone l’accento sul ruolo strategico delle politiche territoriali per migliorare qualità e stili di vita.

I risultati attesi sono:

  • Promuovere il dialogo globale sul LED attraverso la partecipazione, la condivisione di informazioni e lo scambio tra attori provenienti da tutti i Paesi del mondo
  • Favorire la messa a sistema di esperienze riconosciute come buone pratiche
  • Sensibilizzare i governi all’adozione di politiche in grado di concretizzare a livello locale la futura agenda Post 2015

Nel mese di ottobre 2015, la comunità internazionale presenterà la nuova agenda, che si spera porti ad un maggiore impegno globale per la promozione di una crescita  inclusiva soprattutto a livello locale. Il processo consultivo partecipativo che ha definito “cosa fare” nella nuova agenda.

UNDP,  UNHABITAT e GTF hanno condotto numerose consultazioni su come circoscrivere l’Agenda Post-2015. Per rafforzare le capacità della comunità internazionale nell’affrontare le sfide globali,  è necessario un maggiore impegno di tutti  per garantire un’armonizzazione delle politiche a livello locale. Molte delle istituzioni e dei principi che regolano la governance economica globale sono stati progettati per un’epoca storica ormai passata: le economie emergenti e dei paesi in via di sviluppo devono quindi ormai pesare nei processi decisionali delle istituzioni finanziarie internazionali. Questo appello  di revisione della governance globale è stato espresso, tra gli altri,  da Helen Clark (Amministratore dell’UNDP, presidente UNDG) durante il Comitato Finanziario e Monetario Internazionale tenutosi a Washington l’11 Ottobre 2014 per conto delle Nazioni Unite.

Il LED è inteso come un approccio guidato localmente e pianificato in modo strategico per consentire la crescita dell’occupazione, la riduzione della povertà e una maggiore qualità di vita, obiettivi ottenibili attraverso una migliore governance economica a livello locale ed una più inclusiva ed equa partecipazione di tutti gli attori presenti nel territorio, privati, pubblici o civili. Il LED si basa su una ricca base d’esperienze e best practices già attuate in molti paesi e replicabili in altri contesti.  Il LED è quindi uno strumento fondamentale per l’attuazione dell’Agenda Post-2015 a livello locale ed è implementabile con successo solo attraverso uno scambio di conoscenze tra i diversi attori.

Durante il Forum si discuterà quindi di come l’approccio del LED possa essere considerato come strumento d’attuazione del programma di sviluppo Post-2015 e si approfondiranno tre principali aree tematiche:

  • Competitività regionale e innovazione per uno sviluppo più sostenibile e inclusivo
  • Creazione di lavoro localizzato, attraverso una crescita locale inclusiva
  • Verso un urbanizzazione sostenibile: strategie LED  per la creazione di connessioni positive tra l’ambiente

IV CONVEGNO CUCS 2015 – BRESCIA 10-12 settembre 2015

cucs-15-logo-m

IV CONVEGNO CUCS 2015 – BRESCIA 10-12 settembre 2015

“RINFORZARE IL CAPITALE UMANO NEI PAESI A RISORSE LIMITATE”

L’ Università degli Studi di Brescia, in collaborazione con la sede di Brescia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore organizza il IV Congresso della Rete CUCS (Coordinamento Universitario per la Cooperazione allo Sviluppo attualmente costituito da 28 Atenei italiani) in una città caratterizzata da una forte tradizione di cooperazione internazionale.
CUCS Brescia 2015 vuole portare avanti la riflessione sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda post-2015 – iniziata a Torino nel 2013 – ponendo l’accento sull’empowerment delle popolazioni nei Paesi a risorse limitate nonchè sulla lotta per garantire la propria autonomia alimentare, sanitaria e socio-economica.
Il congresso si svolge nelle sedi universitarie di:
Medicina ed Ingegneria (UNIBS) il 10 settembre
Economia, Giurisprudenza (UNIBS), e Università Cattolica il 11 settembre
Auditorio San Barnaba il 12 settembre

http://cucsbrescia2015.it/programma-2015/